Cromie quasi perfette – still life

“Cromie quasi perfette” é un progetto fotografico “autobiografico”. Quattro anni fa la mia salute ha iniziato ad avere qualche scossone e lentamente sono scivolato nel buio. Un buio prima di allora sconosciuto e quindi ancora più tenebroso. La diagnosi dopo qualche tempo mi ha rincuorato: “non é una malattia mortale, ma ci dovrai convivere. Avrai i soliti alti e bassi e questi dipenderanno molto da te – mi dissero i medici – da come ti saprai regolare ed organizzare la tua vita.
In particolare dovrai fare molto attenzione all’alimentazione”.
Il grado di infiammazione nel mio corpo era talmente elevato che molte sostanze che avevo assunto fino a quel momento erano diventate veleno. Fino ad allora avevo pensato di avere una corretta alimentazione, senza particolari eccessi, ma ciò non era sufficientemente a prevenire la malattia del mio caso.
Ho iniziato ad alimentarmi in un modo diverso; ho eliminato quegli elementi di grande disturbo. La mia spesa quotidiana quindi é cambiata.
Da questo mio vissuto, ho voluto creare una storia con questi alimenti, che sono diventati i mei grandi alleati nella malattia. Così é nato “cromie quasi perfette“.

Ho dato importanza a questi alimenti e li ho ritratti, come fossero esseri umani. In fondo fanno parte di me. Nel raccontarli, li ho visti emergere dal buio, dal mio nero, dalla difficoltà dell’accettazione di un qualcosa, di un evento non voluto ed non previsto.
Mi sono subito apparsi amici, con le loro cromie, la loro bellezza. Colori naturali, mai esasperati, proprio per ricercare un’alleanza nella natura, un qualcosa di conosciuto, di fidato, per me qualcosa di perfetto. Si sono materializzati grazie alla luce, utilizzata in maniera diversa a seconda delle varie esigenze e mi hanno regalato emozioni, sconfiggendo il nero – il buio che si stava impadronendo di me.

 

 

Category
Progetti