stampa fotografica

stampa fotografica

L’importanza della stampa fotografica. Vi racconto la mia esperienza.

Apro una scatola impolverata e all’interno vi sono tante fotografie di vari formati in bianco e nero. Sono le fotografie dei miei nonni, dei miei genitori. Una fotografia sul retro riporta la data 24 giugno 1931. Ritrae mio nonno paterno in divisa da Maresciallo dei Carabinieri con l’allora fidanzata, mia nonna, nella campagna senese. La bellezza di questa stampa fotografica è ancora oggi indescrivibile.

Fotografie ben conservate, neri profondi e bianchi puliti. Il bianco e nero che  prediligo, dai forti contrasti.

Vedo foto fatte in uno studio fotografico che ritrae mia madre giovanissima, più di sessant’anni fa. Fotografie impeccabili nonostante il tempo. Toccare con mano quelle fotografie mi emoziona. E’ una sensazione che scalda il cuore. Da fotografo vedo la grande qualità di alcuni scatti, ma anche della stampa. Immagini che dopo tanti anni sono rimaste indelebili, perfette.
La stampa ti emoziona sempre.
Con l’avvento dell’era digitale chi esegue la stampa fotografica sono quasi solo i fotografi professionisti o gli amatori evoluti.  Nelle nostre case, purtroppo, non entrano più fotografie in carta. Non ci sono più gli album da sfogliare e da mostrare ai nostri figli, ai nostri nipoti.
Oggi ci affidiamo al mezzo elettronico. Lasciamo i nostri ricordi in una macchina o in una scheda di memoria, come se una volta scattate le nostre fotografie le avessimo lasciate nei rullini di un tempo indefinito.

Vediamo le nostre foto su un monitor, che se non è professionale, anche i colori sono falsati. Condividiamo le nostre foto sui social, come fossero dei capolavori degni di un maestro del rinascimento, ma tutte é come se rimanessero chiuse in quella scatola di cartone che ho appena aperto.
Se un giorno ci fosse un corto circuito ed ogni immagine nei nostri computer andasse perduta?  Se qualche server, collocato in chissà quale luogo del mondo, smettesse di funzionare o perdessero tutti i nostri dati?
Possiamo correre il rischio di perdere i nostri ricordi, vale a dire la nostra memoria?

STAMPATE I VOSTRI RICORDI.
Stampate, stampate le fotografie che più meritano, regalate fotografie, regalate ricordi alle generazioni future perché non perdano il senso della loro provenienza e la loro appartenenza.
Stampare i ricordi è renderli indelebili.
Provengo da una vecchia scuola di fotografia e la fotografia si completa con una stampa. Amo la stampa fine art, cioè su carte fotografiche di qualità, che durano nel tempo; un po come la carta in bianco e nero dei nostri nonni. Alle persone che mi chiedono qualche consiglio rispondo sempre che la qualità deve essere preferita alla quantità.

Personalmente stampo molte fotografie: per i miei clienti, per le mie mostre http://urly.it/3b_d2

Consapevole dei costi, della crisi che attanaglia questo mondo (secondo me quella umana supera notevolmente quella economica), suggerisco sempre di scegliere il prodotto di qualità. E’ la scelta vincente. I vostri nipoti vi apprezzeranno. 

 

No Comments

Post A Comment